MOSTRA PERSONALE

La Metafora Del Viaggio
Bruno Catalano

05/05/2017 - 31/05/2017
Galleria Ravagnan, Venezia
Les Voyageurs, sorprendenti sculture in bronzo caratterizzate dalla totale mancanza della parte centrale del corpo, sono personaggi eterei capaci di instaurare un dialogo con il mondo circostante fino ad identificarsi con esso, abitandolo quasi per caso e per poco tempo. La mancanza di materia, questo "non finito" quasi michelangiolesco, invita lo spettatore a perdersi nello sfondo o a completarne il disegno e a chiedersi perfino come queste figure possano reggersi in piedi.

Tutte le opere di Bruno Catalano rappresentano un "uomo che cammina", una figura caratterizzata sempre da un bagaglio, una valigia, una borsa o uno zaino, che regge con una mano e che lo configura come un viaggiatore che non si sa però da dove viene né dove vada, lasciando inevitabilmente frammenti di sé lungo il cammino.

Le valigie per Catalano, costretto a lasciare il Marocco per Marsiglia da bambino sono "piene di ricordi, contengono del vissuto, dei desideri: le mie radici in movimento". 
Pur così mutilati questi corpi sono in grado non solo di restare in piedi ma anche di camminare, verso quale direzione non è dato saperlo.

Forse, come suggerisce Enzo Di Martino, nel catalogo con il saggio dedicato allo scultore francese, "è il ritorno la vera meta del viaggio degli uomini nel mondo".
 
keyboard_arrow_up